56° AUC tutto cominciò in montagna....
Home » Ricordi e Aneddoti » Esercitazione fuori ordinanza - Carlo Wachtler

Ricordi e Aneddoti

Esercitazione fuori ordinanza - Carlo Wachtler

A tre settimane dall’esame finale eravamo tutti in camerata; l’allievo Torresa-ni, solito rompiscatole, ci rimproverava non so cosa.
Stufi di discutere, venne preso e chiuso a testa in giù nel suo armadietto.
Venne deciso un addestramento NBC senza maschera gas e tutti, cicca in bocca, a soffiare fumo nel nelle feritoie per affumicarlo.
Dopo un pò, in un momento di debolezza fui io ad aprire l’anta per farlo uscire dall’armadio ma invece di ringraziarmi, convinto che fossi l’organizzatore di tutto, mi prese a pugni; ma l’amico Torresani non sapeva che i tirolesi hanno la testa molto dura e fu lui a rompersi un braccio, colpendomi alla testa.

Secondo aneddoto
Cuneo, comandavo un picchetto d’onore per il funerale di un ufficiale in congedo. Dopo un perfetto “presentat arm” misi in libertà i miei alpini cosa non condivisa da un capitano della “buffa”. Dopo breve discussione gli feci capire che un S.Tenente degli alpini non prendeva ordini da un Cap. della “buffa” e lui mi diede gli arresti. Rientrati in caserma il Col. Comandan- te, in presenza del Capitano, strizzandomi un occhio, confermò gli arresti.

commenti (0)